Addio al grande Zio Camillo.

Ieri mattina ci ha svegliato una telefonata, la notizia che uno non vorrebbe mai sentire, zio Camillo ci ha lasciato per sempre. Zio Camillo, la persona che mi ha sempre fatto ridere in ogni occasione, l’uomo dalle mille battute, con il sorriso sulle labbra, un grande lavoratore ma anche un uomo dalle grandi gioie: aveva sempre una buona parola in ogni occasione della vita. Ti voglio un mondo di bene, mio dolce zio, ti ho disegnato e ti ho apprezzato dal primo momento che ho messo piede a casa tua, ma ti ricorderò con l’ultima foto che abbiamo fatto, mentre mi insegnavi come si fa il vino cotto, vorrei ricordarti sempre con gioia, quei giorni sono stati davvero belli, starti vicino, era l’occasione per stare bene, e così è stato sempre in questi anni. Ieri quando sono andata a trovare la zia Ida, l’ho vista persa, lo sguardo nel vuoto, incredula per la situazione riferita dal medico. Non sapevo cosa dirle, il suo volto raccontava tanta sofferenza e la paura che qualcosa di brutto stava per accadere. Ci sono sensazioni che ognuno di noi prova in particolari momenti e d’istinto capisce che é giunto il momento di lasciare questa vita e tornare alla casa del Padre. Zio, tu sei stata una delle prime persone che ho conosciuto, quando sono venuta a Villamagna e mi sono sempre sentita accolta da te e dalla zia Ida come una figlia, da voi ho ricevuto in tutti questi anni amore, dolcezza, ospitalità e per questo non finirò mai di esservi riconoscente. Mi sono sentita amata e mi ricorderò di te sempre con gioia, perché tu sei stato davvero una di quelle persone che la tristezza la mandano via e sei stato capace di farlo anche nel momento della tua scomparsa, tu hai sempre trasmesso amore e tranquillità e lo stai facendo anche adesso, credo con tutti quelli che da anni ti sono stati vicini. Ti abbracciano da lontano anche Cesare e Francesco che nonostante sono diventati dei ragazzi, per te, loro erano sempre i miei piccoli a cui non hai mai fatto mancare il cioccolato svizzero sapendo che a loro piaceva tanto. Il mio pensiero, il nostro pensiero più sincero, va alla Zia Ida che senza di te, sicuramente si troverà persa, ma sono tante le persone che la amano, e vedrai, ti ricorderemo sempre con gioia, perché tu eri gioia per tutti noi. Ieri la zia mi ha confidato che in un particolare momento tu le hai chiesto di mettere nella bara una piccola zappa e una piccola bottiglia di vino. Vedi, anche in questa occasione, hai saputo trasformare un grande dolore in sorriso. Il nostro parroco Don Ernesto, ieri ci ha ricordato che da questa vita, noi, non porteremo nulla, ma tu non puoi non fare nulla nemmeno in paradiso, perché lui ti ha consegnato le chiavi del paradiso e si sa, anche lassù, avrai tanto da curare, c’è il giardino e dovrai curare tanti fiori e tante rose profumate come quelle che piacciono a me. In quanto al vino, mi raccomando zio, lo so che tu dividevi tutto con i tuoi cari e sono certa che lo farai anche questa volta, dovrai bere questo vino anche con Cesare, il papà di Marco perché tu ti aggiungi a lui oggi, precisamente dopo 19 anni e anche con tua sorella Angiolina a cui volevi tanto bene. Li dovrai abbracciare anche per noi. Ti mando i più cari saluti da parte dei miei figli Cesare e Francesco che addolorati hanno appreso la notizia di questa perdita. Si dice che la morte è una porta, che si apre in un momento della nostra vita. Chi la attraversa non deve più soffrire, ma soffre chi ci è stato vicino fino alla fine. Eppure il dolore lascia ben presto il posto alla dolcezza del ricordo che porteremmo nel nostro cuore. Questo ci darà forza e motivo di vivere al meglio la nostra vita, è così facendo onoreremo coloro che abbiamo amato e perduto. Il nostro pensiero più caro va alla mia dolce zia Ida che tu hai sposato e con cui hai vissuto felice in tutti questi anni, ai suoi figli Mario e Nicola, alle nuore Rita e Concetta e ai suoi amati nipoti. Ti vogliamo bene grande zio Camillo, sei sempre il numero uno, rimarrai nei nostri cuori per sempre . Addio Zio Camillo un ultimo dolce abbraccio.
 Anila, Francesco, Cesare e Marco Ciccone

Zio Camillo ed io mentre facciamo il vino cotto Zio Camillo e Marco mentre facciamo il vino cotto Zio Camillo ed io .

Annunci

4 commenti su “Addio al grande Zio Camillo.

    • Grazie mille carissima Viola, era davvero una gran bella persona, e stato un privilegio averlo avuto nella mia vita negli ultimi 18 anni.Era lo zio di mio marito ma come se fosse stato il mio, mi ha accolto e voluto bene come una figlia sempre. Riposi in pace.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...